Celesti Sirene II
Musica e monachesimo dal Medioevo all’Ottocento

di: Annamaria Bonsante, Roberto Matteo Pasquandrea

Disponibile/In stock

30.00 €

Aggiungi al carrello


Nel 2008 si sono riuniti a San Severo studiosi europei interessati al tema dei rapporti tra monachesimo e musica: dopo i positivi riscontri della prima edizione del Seminario, coronata dalla pubblicazione dei relativi Atti (Foggia 2010), l’appuntamento si è rinnovato dall’11 al 13 ottobre 2013, grazie alla sensibilità della Diocesi (Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici ed Arte Sacra, Archivio Storico Diocesano e Museo Diocesano), presso la Biblioteca Cappuccina “P. Benedetto Nardella” di San Severo. Oltre al Saluto del Vescovo di San Severo mons. A. L. M. Renna e alle Note dei curatori A. Bonsante e R. M. Pasquandrea, il volume accoglie i saggi dei seguenti sedici studiosi: G. Baroffio, J. Campanella, T. Chirico, E. De Luca, C. E. Del Medico, D. Fabris, C. Fernandes, A. Fiore, A. Fiori, R. Galli, I. Grippaudo, M. Iafelice, E. M. M. da Silva Lessa, F. Lofano, S. Roncroffi, C. Ruini. Il progetto di San Severo “Celesti Sirene” è quello, innovativo, di un Seminario Internazionale Permanente animato da uno Study group costituito da personalità qualificate provenienti da diverse università e istituzioni culturali. Il gruppo intende aprirsi a un proficuo confronto interdisciplinare e all’individuazione di tematiche di interesse comune, al fine di stimolare lo studio e la valorizzazione del tema generale attraverso azioni scientifiche. L’intitolazione generale del progetto “Celesti Sirene” vuole essere un omaggio ad uno dei libri che hanno maggiormente contribuito allo sviluppo degli studi musicologici internazionali sul tema monachesimo e musica nell’Italia moderna: Celestial Sirens di Robert Kendrick (1996), oltre che un efficace riferimento alle meraviglie sonore coltivate a partire dai chiostri europei, meraviglie che oggi riscuotono sempre maggiore interesse a livello scientifico ed esecutivo.

In 2008 European scholars interested in the relationship between monasticism and music met in San Severo. Following the positive outcome of the first edition of the Seminar, which culminated in publication of the proceedings (Foggia 2010), the appointment was renewed from 11 to 13 October 2013, thanks to the Diocese (Office for Ecclesiastical Cultural Heritage and Sacred Art, Diocesan Historical Archive and Diocesan Museum), in the P. Benedetto Nardella Capuchin Library in San Severo. In addition to the Greetings from the Bishop of San Severo, Msgr. A.L.M. Renna and to the Notes by curators A. Bonsante and R.M. Pasquandrea, the book contains essays by the following sixteen scholars: G. Baroffio, J. Campanella, T. Chirico, E. De Luca, C.E. Del Medico, D. Fabris, C Fernandes, A. Fiore, A. Fiori, R. Galli, I. Grippaudo, M. Iafelice, E.M.M. da Silva Lessa, F. Lofano, S. Roncroffi, C. Ruini. The innovative San Severo project "Celesti Sirene" (Celestial Sirens) consists of a Permanent International Seminar animated by a Study Group consisting of qualified figures from various universities and cultural institutions. The intentions of the group are to embrace a fruitful interdisciplinary dialogue and to identify issues of common interest, in order to stimulate the study and valorization of the general topic from a scientific perspective. The general title of the project "Celestial Sirens" renders homage to a book that has contributed overwhelmingly to the development of international musicological studies on monasticism and music in modern Italy: Celestial Sirens by Robert Kendrick (1996); it is also a compelling reference point for the magnificent sounds that emerged from the cloisters of Europe, marvels that are currently receiving more and more interest at scientific and executive level.

Annamaria Bonsante, violinista e musicologa, si è addottorata in Storia e analisi delle culture musicali alla Sapienza di Roma e nel 2009 ed è stata insignita della borsa “Luigi ed Eleonora Ronga” dall’Accademia Nazionale dei Lincei. Dal 2008, con Dinko Fabris e Roberto Matteo Pasquandrea, avvia lo Study Group internazionale “Celesti Sirene – Musica e monachesimo dal Medioevo all’Ottocento”. Prima musicologa a pubblicare, nel 2013, un saggio sull’archivio musicale delle Benedettine di San Gregorio Armeno in Napoli, oggi si dedica anche alla riscoperta di Vincenzo Pucitta, operista d’età rossiniana, attraverso iniziative divulgative e scientifiche, tra le quali spicca la curatela del volume collettaneo Vincenzo Pucitta. Il tumulto del gran mondo (Cafagna Editore 2014).

Annamaria Bonsante, violinist and musicologist, graduated in History and Analysis of Musical Cultures at the Sapienza University of Rome and in 2009 was awarded the "Luigi and Eleonora Ronga" scholarship by the Accademia Nazionale dei Lincei. Since 2008, with Dinko Fabris and Roberto Matteo Pasquandrea, she started the international Study Group “Celestial Sirens – Music and monasticism from the Middle Ages to the 19th century”. She was the first musicologist to publish in 2013 an essay on the musical archive of the Benedictines of San Gregorio Armeno in Naples. She is currently also involved in rediscovering Vincenzo Pucitta, an opera composer of the Rossini era, through educational and scientific initiatives, among which in particular curating the collective work Vincenzo PucittaIl tumulto del gran mondo (Cafagna Editore 2014).

Roberto Matteo Pasquandrea è stato tra i fondatori dell’Archeoclub d’Italia sede di San Severo, nel quale ha assunto la carica di presidente per dieci anni e, negli stessi anni, anche di consigliere nazionale. Ha fondato con il Comune di Torremaggiore e l’Università di Bari il Centro di Studi Medievali della Capitanata. Ha pubblicato un volume dedicato alla storia della chiesa di Santa Lucia in San Severo, e numerosi articoli di storia, di archeologia, di medicina e di storia della medicina su riviste scientifiche e su varie testate. Ha curato con Annamaria Bonsante Celesti Sirene. Musica e monachesimo dal Medioevo all’Ottocento, Atti del i Seminario Internazionale (San Severo, 7-9 marzo 2008). Detiene nella Diocesi di San Severo le cariche di direttore del Museo, dell’Archivio Storico e dell’Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici.

Roberto Matteo Pasquandrea was one of the founders of the Archeoclub d’Italia of San Severo, where he was president for ten years and, during the same period, national councilor. With the Municipality of Torremaggiore and the University of Bari he founded the Centro di Studi Medievali della Capitanata. He has published a work on the history of the church of Santa Lucia in San Severo, and numerous articles on history, archeology, medicine and history of medicine in scientific journals and other publications. With Annamaria Bonsante he edited Celesti Sirene. Music and monasticism from the Middle Ages to the 19th centuryand Proceedings of the International Seminar (San Severo, 7-9 March 2008). In the Diocese of San Severo he is  director of the Museum, the Historical Archives and the Office for Ecclesiastical Cultural Heritage.



Nessun file disponibile


ISBN: 9788896906149
Pagine: 496
Anno: 2015