Una scuola inclusiva. La pedagogia dei BES per una società politicamente equa

a cura di: Margherita Musello, Vincenzo Sarracino

Disponibile/In stock

16.00 €

Aggiungi al carrello


Il volume riprende, attraverso un’agile e puntuale interpretazione pedagogico-didattica, la nuova concezione di “bisogno educativo speciale”, la cui realizzazione spetta a tutti e a ciascun soggetto educativo nel corso della propria esistenza e nei vari luoghi deputati alla crescita economica, sociale e culturale. Si tratta di un bisogno inteso sia come “diritto all’educazione” sia come “dovere dell’educazione”. La concezione parte da un’idea nuova di salute e di benessere, tradotta nel 2001 nella ormai nota ICF (International Classification of Functioning, Disability and Health), più volte rivisitata ed aggiornata negli ultimi anni. Tale classificazione considera e accredita, scientificamente e socialmente, un nuovo concetto di salute e di benessere che potremmo definire olistico, globale, integrato, contestualizzato, sistemico. Il disabile, in quest’ottica, va considerato in ogni caso in maniera correlata agli altri soggetti che incontra nella vita quotidiana e nelle istituzioni educative e, inoltre, come soggetto integrato corpo-mente, come soggetto che partecipa, come persona unica legata a fattori personali e ambientali. Di qui la necessità di ricercare un nuovo fondamento teorico e pratico per la ricerca della pedagogia speciale e della didattica con l’obiettivo di contribuire alla creazione di una società della relazione e dell’inclusione.


Margherita Musello, professore ordinario di Didattica generale e Pedagogia speciale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, insegna Pedagogia della devianza e della marginalità e Programmazione e valutazione delle attività di formazione per l’insegnamento. Presso lo stesso Ateneo è presidente del Corso di laurea in Pedagogia e formazione continua: scuola, comunità, territorio e direttore del Corso di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità. Componente di gruppi di ricerca e di comitati scientifici di riviste e collane nazionali e internazionali, si occupa principalmente di problematiche didattiche legate ai minori a rischio, alla marginalità e alla devianza, nonché di Storia e teoria della didattica. Dirige la collana di testi e studi sul femminile “Strega” presso la casa editrice Aracne di Roma ed è autrice di numerosi articoli e saggi in volumi nazionali e internazionali. Tra le sue monografie si segnalano: Azione sociale e funzione educativa. L’approccio di Talcott Parsons (Napoli 2002); Il figlio straniero. Profili ordinamentali e pedagogici dell’adozione internazionale (Napoli 2002); Il contratto formativo. Aspetti pedagogici e didattici (Roma 2005); Paulo Freire e l’educazione liberatrice. La didattica dialogica (Lecce 2005); Illuminismo e didattica. Il Progetto di Giacinto Dragonetti per le scuole del Regno di Napoli (Napoli 2009); Percorsi per l’insegnamento (in coll., Napoli, 2012); Una scuola inclusiva. La pedagogia dei bes per una società politicamente equa (in coll., Cafagna Editore, Barletta 2015).

 

Vincenzo Sarracino, già professore ordinario di Pedagogia generale e sociale nella Seconda Università degli Studi di Napoli, è attualmente professore straordinario presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa, dove insegna Pedagogia sociale. Numerosissime le sue pubblicazioni. Per Cafagna Editore ha curato, con L. Ariemma, Pedagogia e società. Autori e modelli educativi tra Ottocento e Novecento (2016) e, con M. Musello, Scuola inclusiva e società aperta. Per una didattica e pedagogia dei Bes (2017).

 

Nessun file disponibile


ISBN: 9788896906163
Anno: 2015